FORD COMPRA LUCID?

Secondo indiscrezioni riportate da Automotive News, Ford potrebbe presto acquisire l’intera proprietà della Lucid Motors. La start-up californiana di auto elettriche, secondo la stampa americana, è alla ricerca in particolare dei capitali necessari alla costruzione della nuova fabbrica in Arizona e avrebbe contattato proprio il colosso di Detroit per assumere il controllo dell’intera azienda.
Nel nuovo impianto dovrebbe iniziare la produzione in serie della versione stradale della Air, super car a batterie da 400 cavalli che, nei test al Transportation Research Center in Ohio, è stata in grado di raggiungere i 378 chilometri orari, velocità record per un veicolo a batteria.
Ford chiude la porta.
A quanto sembra, la giovane Casa di Menlo Park (fondata nel 2007 con il nome Atieva) avrebbe chiesto agli intermediari della Morgan Stanley di seguire l’operazione. Nel frattempo arriva la secca smentita da parte del nuovo Ceo di Ford Jim Hackett (chiamato a sostituire Mark Fields) che ha glissato sull’argomento parlando di semplici “congetture”.
In passato Lucid Motors ha già raccolto denaro da società esterne in almeno altre quattro occasioni, giungendo a mettere insieme la cifra di 100 milioni di dollari nel 2014. Per far nascere la nuova fabbrica, però, avrebbe bisogno di superare la soglia dei 700 milioni. E qui nasce l’idea di entrare nell’orbita di Ford, che però – proprio in questo periodo – sta rivedendo le proprie strategie operative. L’acquisizione di Lucid e della Air, potrebbero non rientrare al momento fra le priorità della Casa statunitense.
Supercar per il 2019.
La nuova Air, con un’autonomia vicina ai 400 km, combina prestazioni da berlina sportiva, alle comodità e gli spazi di una sedan da viaggio. Lucid ha rimosso quasi tutti i limiti impostati nel software del powertrain (il sistema propulsore dell’auto) per lasciare libero sfogo a tutta la sua potenza. Stando alle previsioni, la Air dovrebbe arrivare sul mercato Usa entro il 2019 con un costo a partire da circa 60.000 dollari per la versione base da 400 cavalli, fino ai 100.000 per il top della gamma: 1.000 cavalli garantiti da due motori (uno per asse) e una batteria da 130 chilowattora, in grado di percorrere oltre 600 km con una sola ricarica.
In questo modo potrebbe fare concorrenza alla Model S di Tesla, al momento il top a livello di prestazioni e di autonomia della gamma elettrica sul mercato mondiale. Vedremo. L’Automobile