DELRIO: SICUREZZA AVANTI TUTTA.

Commentando i dati ACI-Istat sugli incidenti che nel 2016 hanno evidenziato una riduzione dei morti sulle strade della penisola, il ministro delle Infrastrutture e trasporti, Graziano Delrio, ha invitato a non abbassare la guardia e a lavorare ancora di più per la sicurezza:”Certamente”, ha ricordato il ministro, “l’accelerazione dell’iter di approvazione da parte della commissione Trasporti della Camera, di alcuni provvedimenti di riforma del Codice della strada sono un importantissimo passo avanti, perché vanno a incidere sui comportamenti più rischiosi alla guida, primo fra tutti l’uso dello smartphone, e sulla salvaguardia degli utenti deboli. La sicurezza come obiettivo fondamentale a 360 gradi”.

Iter in Parlamento.
Il disegno di legge passato in commissione, prevede, infatti, oltre a sanzioni più dure contro l’uso improprio del cellulare alla guida, anche alcune norme per la salvaguardia dei ciclisti, l’obbligo dei seggiolini dotati di dispositivi anti abbandono e misure più stringenti sui proventi delle multe comminate con autovelox da destinarsi a interventi per la sicurezza. Tutti provvedimenti urgenti, tanto che era stata ventilata l’ipotesi di un decreto legge per rendere queste nuove regole già operative in vista dell’emergenza traffico dell’esodo estivo. I legislatori hanno però preferito seguire le vie tradizionali: ora il testo dovrà passare dall’Aula di Montecitorio, per poi essere trasferito all’esame del Senato. I tempi per il via definitivo? “Abbiamo tracciato una corsia preferenziale”, ha scandito Delrio, “non possiamo che sperare nella determinazione a fare presto da parte di entrambi i rami del Parlamento”. L’Automobile